Spaccio a Lioni, furti ad Atripalda: Carabinieri in azione sul territorio

0
Lioni

Pregiudicato 35enne arrestato dai Carabinieri a Lioni per spaccio, donna denunciata per furto in un negozio di elettronica ad Atripalda: continua l’intensa attività dei Carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Lioni hanno tratto in arresto un pregiudicato 35enne del luogo, in ottemperanza a quanto disposto nell’ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino.

L’attività portata a termine, è frutto del capillare controllo del territorio che i militari del Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino svolgono nel quotidiano impegno a garantire sicurezza e rispetto della legalità.

L’ordine di carcerazione è scaturito a seguito di una condanna definitiva per spaccio di sostanze stupefacenti irrogata dall’Autorità Giudiziaria per fatti occorsi nel territorio altirpino.

L’uomo, successivamente alle formalità di rito, è stato accompagnato presso la Casa di Reclusione di Sant’Angelo dei Lombardi, ove salderà il suo debito con la giustizia.

Ad Atripalda, invece, I Carabinieri hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria una donna ritenuta responsabile di furto aggravato.

I fatti risalgono a qualche giorno fa: la signora, mentre era all’interno di un noto negozio di elettronica atripaldese, accertatasi di non essere osservata dai commessi e dal personale della sicurezza, asportava numerosi accessori di telefonia: dopo aver rimosso i dispositivi antitaccheggio, occultava la refurtiva all’interno della propria borsa e nelle tasche della giacca che indossava.

L’attività d’indagine sviluppata dai Carabinieri della locale Stazione, estrinsecatasi attraverso l’acquisizione di utili informazioni nonché di video dalle telecamere del negozio, permetteva di addivenire all’identificazione della responsabile: una donna di origine svizzera e residente nella città della Valle del Sabato. Alla luce delle evidenze emerse, per la predetta scattava la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Dott. Rosario Cantelmo.