«Storie di Inverno», domani in scena la magia delle favole



0
Storie di inverno

Il 6 e 7 gennaio torna «Storie di Inverno», spettacolo itinerante con visita guidata notturna nel Castello Lancellotti. «Il visitatore sarà coinvolto in tre diverse fiabe, con un finale inaspettato» ci ha anticipato Valeria Giuliano, ideatrice dell’evento e tra gli interpreti della vicenda. Ecco l’intervista integrale e i trailer degli episodi

L’associazione culturale ricreativa «Pro Lauro» rinnova l’appuntamento con «Storie di Inverno», uno spettacolo itinerante con visita guidata notturna nel Castello Lancellotti di Lauro (AV), giunto alla terza edizione e in programma nei giorni di venerdì 6 e sabato 7 gennaio.

I visitatori potranno accedere a sale del castello da tempo dimenticate: il Salotto Verde, la Ghiacciaia Misteriosa, il Corridoio, le Sale del Principe e la Sala della Musica, alla scoperta di una magia che farà rivivere agli spettatori antiche favole, attraverso le quali sarà possibile riassaporare la magia del ghiaccio camminando con la speranza, assistere agli incantesimi arcani toccando il coraggio, vedere l’alba di un amore e la fine della tristezza, alla ricerca (come suggerisce il sottotitolo dell’evento) di una Regina, un Castello e uno Specchio, per risolvere il mistero di questo castello leggendario.

Si tratterà di uno spettacolo differente rispetto alle precedenti edizioni, anche se il tema è molto simile: cambieranno il percorso nel castello, i personaggi, l’intreccio narrativo, gli scenari, la morale e il finale, ed anche i racconti saranno diversi, come ci ha anticipato Valeria Giuliano, l’ideatrice dell’evento: «“Storie di Inverno” racconta proprio delle storie, che come tutte hanno una morale e un fine da dare al visitatore, che sarà accompagnato in un fantastico percorso tra le sale del castello, proiettato e coinvolto in tre diverse fiabe: una favola dei fratelli Grimm, una fiaba di Hans Christian Andersen e una leggenda del lignaggio bretone. Quindi tre favole, con un finale inaspettato e a sorpresa, che hanno la pretesa di dire qualcosa sulla realtà e sulla vita agli spettatori».

«Per ogni episodio vi è un trailer: alcuni episodi si riescono ad intuire, mentre altre parti delle storie sono più enigmatiche. Il titolo di ogni episodio è indicativo: “Invano” (clicca qui per guardare il trailer, ndr) racconta di una rabbia sconfitta dal destino, “Infranto” (clicca qui per guardare il trailer, ndr) racconta di un amore appena incrinato ma che sopravvive, “Inganno” (clicca qui per guardare il trailer, ndr) racconta di una volontà dissimulatrice. Infine vi è il prologo della storia (clicca qui per guardare il trailer, ndr), che i visitatori vedranno nel castello».

Storie di Inverno
Un’immagine notturna del Castello Lancellotti di Lauro

Valeria Giuliano, che figura anche tra gli interpreti della vicenda narrata, ci ha annunciato i nomi degli altri componenti della compagnia: «Il cast è come ogni anno variegato ed entusiasta, formato da alcuni volti già noti al pubblico di “Storie di Inverno”, come Francesca Volino, Francesco Vona, Gaetano Maffettone, Gabriele Pesapane, Mario Lanzaro, Emilia Ranaudo, Valentina Manna, Emilia Scibelli ed alcuni neofiti come Antonella Ferrara, Alessandro Manfredi, Bianca Maria Corcione e Carmela Moschiano. Quello che più ci inorgoglisce, poi, è che parte del cast viene da fuori i confini del Vallo di Lauro; ciò testimonia l’entusiasmo e la voglia di fare che trasmettiamo all’esterno» ha dichiarato la promotrice dello spettacolo, che ha riservato l’ultima parte dell’intervista ai ringraziamenti («ci tengo particolarmente» mi ha confidato).

«Devo soprattutto ringraziare il mio staff direttivo che mi aiuta e coadiuva in ogni passo verso la realizzazione di questo bellissimo traguardo: Alessandro Rega (che cura la regia), Sara Ferraro (che cura la logistica), Filomena Mazzocca (che cura la scenografia), Gelsomina Galdieri (ideatrice del soggetto originale). Da un punto di vista istituzionale è doveroso ringraziare il principe Massimo Lancellotti, che è il padrone di casa, poi il procuratore del castello Pasquale Colucci e i custodi Luigi e Paola. Sentiti ringraziamenti vanno ovviamente alla “Pro Lauro”, che patrocina l’evento per il terzo anno consecutivo, ai Tamburini Castelauri e ad Eterea – Danze storiche, che ci hanno aiutato a rendere speciale questo evento. Personalmente mi sta a cuore ringraziare il mio team, persone senza le quali non avrei avuto la possibilità di lavorare in maniera così splendida. È anche e soprattutto grazie a loro che “Storie di Inverno” è in scena per il terzo anno consecutivo».

Valeria Giuliano in posa in costume di scena

L’evento «Storie di Inverno» si terrà anche in caso di pioggia, neve, vento e condizioni climatiche avverse. Il percorso della visita sceneggiata serale, infatti, è totalmente al coperto. Il biglietto di ingresso costa 5 euro, per i bambini da 0 a 3 anni è gratuito, mentre per quelli da 4 a 10 anni la spesa ammonta a 1 euroA tutti i bambini sarà comunque offerto un omaggio dolciario.

 

PROGRAMMA DELL’EVENTO «STORIE DI INVERNO – LA REGINA, IL CASTELLO, LO SPECCHIO»

Venerdì 6 e sabato 7 gennaio

Orari d’ingresso: 18.00 – 18.30 – 19.00 – 19.30 – 20.00 – 20.30 – 21.00 – 21.30 – 22.00

Biglietto d’ingresso: € 5

Bambini da 0 a 3 anni: Gratis

Bambini da 4 a 10 anni: € 1

Per informazioni e prenotazioni è possibile chiamare ai seguenti numeri: 327 45 74 630320 32 626 25, oppure inviare un’e-mail agli indirizzi di posta elettronica info@prolauro.it o visiteguidate@prolauro.it. La prenotazione è necessaria.

Leggi anche