Progetto “Storie Sonore”, il passato raccontato dalla voce di De Sanctis e Morelli



0
storie sonore- avellino

Un nuovo progetto di divulgazione storica nascerà in esclusiva ad Avellino. Attraverso suggestivi audio-racconti,”Storie Sonore” riporterà in vita gli illustri protagonisti del passato. Domani la presentazione al Carcere Borbonico

Quanti di noi conoscono, nel dettaglio, le proprie radici storiche? Quanti hanno coscienza della propria identità nazionale e locale? E se fossero proprio i protagonisti di quelle vicende a raccontarcele? Ebbene, questo sarà presto possibile. Non si tratta certo di una macchina del tempo, bensì di un progetto sperimentale che prenderà avvio, in esclusiva, nella città di Avellino.

carcere- storie sonore
Ex Carcere Borbonico AV)

Infatti nella giornata di domani, sabato 25 febbraio,  verrà presentato “Storie Sonore – audio racconti dal passato”, un servizio di storytelling culturale curato da Mediateur per il Museo Irpino. Si tratta di un sistema informativo integrato, il primo del genere in Italia, basato su suggestivi audio-racconti che vedono protagonisti personaggi storici nazionali e locali. Attraverso le voci narranti di illustri figure (da Francesco De Sanctis a Michele Morelli e molti altri) il pubblico verrà accompagnato in un tour di visita multimediale, tra gli spazi dell’ex Carcere Borbonico e del Museo Irpino del Risorgimento.

Grazie all’unione di più canali – audio, testi, immagini – e a molteplici strumenti dislocati nell’ambiente – smartphone, touch screen e QR Code – sarà possibile interagire con il passato, vivendo un’esperienza di visita alternativa e personalizzata. Questo nuovo servizio per il polo culturale irpino, si pone come progetto di divulgazione che apre la strada anche a nuove forme di didattica. Proprio le scuole saranno in prima fila per testare la novità, attraverso visite previste per i prossimi mesi.

La giornata è promossa dalla Provincia di Avellino e curata da Mediateur, responsabile dei servizi al pubblico del Museo Irpino e ideatrice del format “Storie sonore”.  Inoltre, il sistema integrato di audio-guide è stato realizzato con il contributo della Regione Campania, UOD Promozione e Valorizzazione Musei, e realizzato da Coopculture in collaborazione con Mediateur.

Un’idea all’avanguardia, che certamente conferirà nuovo slancio al polo museale avellinese, posizionandolo sul medesimo percorso di molte strutture campane che hanno optato per una rivalorizzazione del patrimonio culturale di tipo “2.0”.

L’appuntamento, dunque, è alle ore 10.00, nell‘auditorium dell’ ex Carcere Borbonico, ingresso in Piazza De Marsico.

 

Leggi anche