Super Comi non basta, Brescia-Avellino 3-2!



49

LAvellino scende in campo per l’ultima giornata della stagione regolare di Serie B. Ad attenderlo, al “Rigamonti”, c’è il Brescia dell’ex tecnico Calori, aritmeticamente retrocesso in Lega Pro dalla scorsa settimana. Partita spettacolare, carica di gol ed emozioni

Massimo Rastelli deve fare a meno dello squalificato Zito e degli infortunati Chiosa, Castaldo e Soumarè, e schiera un undici sperimentale, varando, così, un ampio turnover. 3-5-2 il modulo scelto per affrontare le “rondinelle”. Bavena tra i pali. Pisacane, Fabbro e Vergara il trio difensivo. A centrocampo Kone e le novità Angeli e Filkor. Regoli sulla destra, Bittante sulla sinistra. I terminali offensivi sono Comi e Trotta.
Zero ambizioni se non quelle di congedarsi dal proprio pubblico con onore per il Brescia in campo con il 4-3-2-1. Out Tonucci per squalifica e l’airone Caracciolo per infortunio. Arcari tra i pali. Zambelli, Caracciolo A., Di Cesare, Gargiulo in difesa. Mediana con Quaggiotto, H’Maidat, Scaglia. Corvia unica punta coadiuvato da Da Silva e l’ ex di turno Sestu.
Da evidenziare, le presenze in tribuna d’onore dell’ex terzino dei lupi Davide Zappacosta che assiste al match as avellino 1912accanto ai dirigenti dell’Avellino e di Edy Reja, attuale tecnico dell’ Atalanta.
Nei primi minuti, le due squadre attuano una fase di studio. L’Avellino cerca di impostare il gioco, facendo girare la palla a terra. Bastano due minuti e i Lupi si rendono pericolosi. Trotta ci prova di sinistro, il pallone, termina a lato. Buon avvio degli ospiti che sfondano soprattutto dalla destra. Lupi davvero in palla. Al 12′ Filkor crossa al centro ma la sfera è fatta propria da Arcari, con Comi che, per un soffio, non devia all’altezza del primo palo. Si accende la partita e si fa avanti anche il Brescia, che al 19‘ trova, inaspettatamente, il gol del vantaggio. Fallo in mediana su Pisacane, non segnalato dall’ arbitro, la sfera finisce in profondità a Corvia: l’ex Roma, ubriaca Vergara e scarica in porta sul palo lontano.
Il vantaggio del Brescia dura pochi minuti. Tempo di mettere la palla di nuovo a centrocampo e l Avellino ritrova il pareggio: cross al centro di Regoli, puntuale Comi che si coordina e in rovesciata insacca il pallone all‘incrocio dei pali, alle spalle di Arcari. Prodezza pura dell’ attaccante scuola Milan. Applausi per la giocata da parte di tutto il pubblico del Rigamonti.
Partita di nuovo in parità, dunque. 1 a 1 al 22′.
Al 26′ reazione del Brescia. Scaglia si invola sulla sinistra e crossa al centro, la sfera arriva sui piedi di Corvia, che prova la botta. Bavena, stavolta, non si fa ingannare e ci mette i pugni.
L’Avellino ci riprova. Al 37′ nuova chance per Comi, che ,però, smorza il piatto destro che si perde lentamente a lato.
Al 45′, invece, il Brescia ritrova il vantaggio. Perla di Da Silva, che rientra sul destro e trova l’angolino con un gran destro a giro dal limite dell’area di rigore, che non lascia scampo a Bavena.
Si va al riposo dopo un minuto di recupero sul risultato di 2-1. Botta e risposta Corvia – Comi, prima nel gol del finale di frazione di Da Silva.
Cambio per l’Avellino ad inizio ripresa. Dentro Schiavon, fuori Pisacane. Rastelli passa, così, al 4-3-1-2 arretrando Regoli e Bittante sulla linea difensiva. Il nuovo entrato agisce alle spalle di Comi e Trotta. Al 5′ annullato un gol a Comi per posizione di fuorigioco. Strozzato l’urlo in gola all’attaccante biancoverde, lesto ad insaccare in tuffo, di testa, sul calcio da fermo dalla trequarti di Angeli.
Al 10′ il Brescia cala il tris. Sestu viene lanciato a rete da Scaglia: l’ex Avellino si presenta a tu per tu con Bavena e insacca.
Al 33′ arriva il gol dei lupi. Comi accorcia le distanze con un bel colpo di testa da pochi metri su assist di Schiavon. L’ Avellino preme alla ricerca del pari ma termina così la gara, sul risultato di 3-2.
L’ Avellino è ora atteso dallo Spezia, nei quarti di finale playoff, per puntare dritti alla serie A.
Tabellino:
Brescia (4-3-2-1): Arcari (31′ st Andrenacci); Zambelli, Caracciolo Ant., Di Cesare, Gargiulo (31′ st Budel); Quaggiotto, H’Maidat, Scaglia; Da Silva, Sestu; Corvia. A disp.: Andrenacci, Lancini, Budel, Morosini, Bertoli, Valotti, Boniotti, Strada, Sodinha. All.:Alessandro Calori.
Avellino(3-5-2):Bavena; Pisacane (1′ st Schiavon), Fabbro, Vergara; Regoli, Kone, Angeli, Filkor (18′ st D’Angelo), Bittante; Trotta (11′ st Sbaffo), Comi.A disp.:Frattali, Gioia, Ely, D’Angelo, Visconti, Almici, Mokulu.
All.:Massimo Rastelli.
Arbitro:Daniele Chiffi della sezione di Padova
Reti:19′ Corvia (B), 22′ Comi (A), 45′ Da Silva (B).

Leggi anche