giovedì - 2 Luglio 2020

Ariano Irpino, Maraia: “Accolto emendamento zone rosse”

In Commissione Bilancio è stato accolto l'emendamento per estendere i fondi a tutte le zone rosse, e dunque anche ad Ariano Irpino Generoso Maraia dà...
More

    ANCORA UN CRIMINOSO SVERSAMENTO INQUINANTE NEL FIUME SABATO

    Ultime Notizie

    Ariano Irpino, Maraia: “Accolto emendamento zone rosse”

    In Commissione Bilancio è stato accolto l'emendamento per estendere i fondi a tutte le zone rosse, e dunque anche ad Ariano Irpino Generoso Maraia dà...

    Provincia, celebrazione per i due secoli dai moti carbonari del 1820

    Due secoli dai moti carbonari del 1820, la Provincia celebra l’importante episodio della storia del Mezzogiorno e di Avellino Sono passati due secoli dai moti...

    Avellino, nasce la commissione diocesana per l’Arte Sacra

    Una Commissione diocesana per promuovere l'arte sacra, i beni culturali e l'edilizia di culto di Avellino. A presiederla sarà il professor Francesco Barra. Il vescovo...

    Carcere Sant’Angelo, al via il progetto di lavoro per i detenuti

    Comune e Carcere di Sant’Angelo dei Lombardi insieme per favorire il reinserimento sociale e lavorativo dei detenuti Siglato il protocollo di intesa che prevede la...

    Riceviamo e pubblichiamo la denuncia dell’Associazione MoviMentiLocali per Tufo sull’ennesimo sversamento illegale nel Fiume Sabato

    “Nella giornata di ieri numerosi cittadini dei diversi comuni rivieraschi del Fiume Sabato ci hanno segnalato, con foto e telefonate, la trasformazione cromatica delle acque fluviali che hanno acquisito un colore tra il rosa e il marrone, quasi certamente riconducibile a uno scaricamento abusivo di acque reflue di natura industriale.

    - Advertisement -

    Un episodio, questo, che negli ultimi giorni si è ripetuto più volte, segno di un sistematico ricorso Illegale e nocivo che rimette, per l’ennesima volta, a repentaglio la salubrità dell’intero bacino idrografico vallivo e la salute dei cittadini ivi residenti.fiume sabato

    Per queste ragioni facciamo appello all’ASL e all’ARPAC di Avellino, ai Carabinieri, ai Sindaci dei comuni interessati e alla Magistratura perché si ponga la giusta attenzione preventiva e punitiva verso questi criminali che impunemente da tempo stanno letteralmente distruggendo un intero ecosistema contribuendo a favorire pericolose pressioni ambientali che diventano cause primarie della diffusione, sempre crescente, di patologie tumorali in questa violentata area territoriale.

    Ringraziamo vivamente quei cittadini sensibili e coraggiosi che non si sono trincerati dietro a una colpevole indifferenza e che con il loro tempestivo intervento hanno contribuito a segnalare l’ennesimo grave episodio di inquinamento, cosa che invitiamo a fare permanentemente a tutta la cittadinanza dei diversi comuni interessati”.

    Latest Posts

    Ariano Irpino, Maraia: “Accolto emendamento zone rosse”

    In Commissione Bilancio è stato accolto l'emendamento per estendere i fondi a tutte le zone rosse, e dunque anche ad Ariano Irpino Generoso Maraia dà...

    Provincia, celebrazione per i due secoli dai moti carbonari del 1820

    Due secoli dai moti carbonari del 1820, la Provincia celebra l’importante episodio della storia del Mezzogiorno e di Avellino Sono passati due secoli dai moti...

    Avellino, nasce la commissione diocesana per l’Arte Sacra

    Una Commissione diocesana per promuovere l'arte sacra, i beni culturali e l'edilizia di culto di Avellino. A presiederla sarà il professor Francesco Barra. Il vescovo...

    Carcere Sant’Angelo, al via il progetto di lavoro per i detenuti

    Comune e Carcere di Sant’Angelo dei Lombardi insieme per favorire il reinserimento sociale e lavorativo dei detenuti Siglato il protocollo di intesa che prevede la...