Taccone: «Per De Vito la squadra è completa al 90%. Saremo competitivi e gagliardi»

0
Taccone, avellino

«Manca un difensore centrale, che arriverà fra poco». Il presidente Taccone ha analizzato anche le situazioni di mercato di Bidaoui, Di Tacchio e Ardemagni

Uscendo dallo studio del notaio Massimo Giordano, in via Mancini, dopo aver effettuato la ricapitalizzazione della società per due milioni e 200mila euro, il presidente Walter Taccone, incalzato dalle domande sui possibili nuovi movimenti in entrata per rinforzare la rosa e sullo stato attuale di alcuni giocatori richiesti, secondo fonti attendibili, da diversi club, ha così risposto:

«Cos’altro dobbiamo fare sul mercato? Il direttore sportivo Enzo De Vito dice che abbiamo praticamente finito la squadra, manca il difensore centrale, che arriverà fra poco – ha asserito il massimo dirigente biancoverde – quindi state sereni, gli altri uomini li abbiamo già visionati e selezionati. L’ossatura della squadra per il 90% è completata, quindi andiamo in ritiro tranquilli, con un organico sicuramente competitivo, forse più giovane dell’anno scorso, ma non meno gagliardo; speriamo che possa fare meglio, perché salvarsi all’ultima giornata è davvero terribile, francamente sarebbe meglio non arrivare a queste situazioni.

Bidaoui? Può fare tranquillamente la seconda punta, non è detto che debba fare l’esterno; il mister lo vuole vedere all’opera e lo valuterà in ritiro, poi mi dirà il comportamento che dovremo seguire.

Taccone
L’ala marocchina Soufiane Bidaoui

Di Tacchio? La sua cessione è una favola uscita sui giornali, c’è sempre qualche buontempone che scrive queste sciocchezze, non è mai stato in discussione.

Ardemagni? È uno dei nostri, è un giocatore importante, a cui teniamo molto, ha fatto tantissimo per l’Avellino, poi bisogna vedere con quale testa torna; ad ogni modo, con Matteo (Ardemagni, ndr) abbiamo un rapporto splendido, è un ragazzo d’oro, ma questo non significa che debba rimanere per forza qui, troveremo una soluzione condivisa; tuttavia, spero che resti con noi, perché è un calciatore sul quale facciamo grande affidamento» ha concluso il patron Taccone.