Taccone: «Ho chiuso con il calcio, sono schifato». Ma è pronto il ricorso al TAR

0
U.S. Avellino-Taccone

Queste le parole a caldo del presidente dell’Avellino, dopo la sentenza negativa. Taccone farà ricorso al TAR del Lazio e sarà difeso dall’avvocato Lentini

«Ho chiuso il mio interesse per il calcio. Sono schifato». Queste le parole del presidente dell’Avellino, Walter Taccone, durante un intervento in diretta al canale 696 TV OttoChannel. È la reazione a caldo del massimo dirigente irpino, dopo l’esito negativo del ricorso al Collegio di Garanzia del CONI per la riammissione al torneo di Serie B.

Taccone
L’avvocato Lentini

Tuttavia l’Avellino, tramite un comunicato ufficiale pubblicato nella serata di ieri sul sito del club biancoverde, ha annunciato che «questa società continuerà la propria azione in tutte le ulteriori sedi giudiziarie». Secondo indiscrezioni, il patron Walter Taccone presenterà ricorso al TAR del Lazio e sarà difeso dall’avvocato Lorenzo Lentini e dal suo staff. Il legale salernitano, esperto in diritto amministrativo, due estati fa riuscì a far riammettere in Serie C la Paganese, estromessa dal suo campionato di appartenenza.