Tentato suicidio ad Avellino, ventenne in prognosi riservata

0
Tentato suicidio ad Avellino, una ventenne in prognosi riservata

Ad Avellino una ventenne tenta il suicidio dal balcone della sua abitazione nel quartiere di San Tommaso. Nuovo disperato caso, che si aggiunge all’immane tragedia verificatasi nei giorni scorsi a Montemarano

Avellino, quartiere San Tommaso: ignoti i motivi che hanno spinto una ventenne a tentare il suicidio, gettandosi dal suo balcone. Attualmente la ragazza è ricoverata in prognosi riservata presso l’Azienda Ospedaliera del Moscati di Avellino. 

La giovane ha riportato diverse fratture agli arti inferiori e al bacino, oltre allo schiacciamento di una vertebra.

Tentato suicidio ad Avellino, una ventenne in prognosi riservata
Gianluca Coscia

La notizia arriva a 3 giorni di distanza dal caso di Montemarano: la tragedia di Gianluca Coscia, animatore musicale della comunità con il suo inseparabile tamburo a scandire il tempo della tarantella, è stata la prima tragedia irpina di questo gelido inizio del 2017.

Gianluca, a causa del grande male che lo affliggeva – una più volte urlata depressione – ha deciso di compiere il gesto estremo. Sparito nella notte, è stato ritrovato l’indomani, il 9 gennaio 2017, in Contrada Baiardo, a 5 km dalla sua abitazione. Il suo corpo esanime è stato ritrovato in fondo ad un pozzo ghiacciato.

Si attendono aggiornamenti sulle motivazioni che hanno spinto la ventenne avellinese al tentato suicidio e sulle sue condizioni di salute.