Teora, #Siamotuttimigranti: il 18 maggio assemblea per definire il progetto

Teora

Sabato 18 maggio, alla Pinacoteca di Teora, terzo appuntamento del Coordinamento delle associazioni Irpine per definire il progetto #Siamotuttimigranti

Dopo lo scorso 27 aprile, quando si è tenuta la seconda assemblea del Coordinamento delle associazioni Irpine, nuovo incontro previsto per il 18 maggio a Teora.

La volontà comune e condivisa di un rilancio sociale, culturale ed economico del territorio irpino sta trovando concretizzazione in una serie di eventi da tenersi dal 2 all’8 settembre prossimi.

Lo svuotamento dei nostri paesi, i giovani costretti ad abbandonare i territori come fu per i loro nonni, il rischio di smarrire usanze e linguaggi: un tema che accomuna l’Italia interna con i popoli che invece cercano riscatto migrando verso le nostre terre.

Saperi e tradizioni di luoghi che rischiano di essere dimenticati, sonorità comuni ai monti Irpini e al bacino del Mediterraneo, abilità secolari con matrice comune nei cicli della terra: siamo tutti migranti, tutte genti costrette ad abbandonare la propria casa per vivere: ma a casa tutti vogliamo tornare.

E perciò #Siamotuttimigranti sarà il titolo, il filo conduttore di una settimana all’insegna della partenza e del ritorno, della memoria e del futuro, dell’accoglienza diffusa ed inclusiva.

Teora

Spettacoli teatrali, danze tradizionali, serenata, sonorità mediterranee e Irpine, formazione professionale, cultura, acquisizione di saperi manuali che rischiano di perdersi, passeggiate paesologiche, recupero delle tradizioni enogastronomiche del territorio.

Questa prima base del programma verrà integrata, perfezionata e definita nella prossima assemblea che si terrà sabato 18 maggio alla Pinacoteca di Teora.

Il coordinamento è aperto a chiunque volesse impegnarsi nella valorizzazione culturale, turistica e ambientale dei nostri paesi e del nostro patrimonio storico e artigianale, le varie adesioni possono essere comunicate all’indirizzo mail coordinamentoirpino@email.it ma l’invito migliore è a venire nella prossima assemblea per alimentare questo nuovo, grande progetto di valorizzazione e rilancio del nostro territorio e delle nostre comunità.

Letture Consigliate