Ternana-Avellino, le probabili formazioni



0
avellino calcio, perugia, benevento, salernitana, avellino, novara, ternana

I biancoverdi si preparano in vista della sfida domenicale contro la Ternana che potrebbe archiviare il discorso salvezza. Le scelte di Novellino

CASA LUPI
Avellino(4-4-2): Lezzerini; Gonzalez, Djimsiti, Migliorini, Laverone; Lasik, Paghera, D’Angelo, Bidaoui; Verde, Ardemagni. All. Novellino

Il mister si prepara ad affrontare la Ternana in un insolito match domenicale, a causa della pausa della serie A per la partita della Nazionale.

Gare delle nazionali che priveranno lo stesso Novellino di Radunovic, impegnato con la Serbia U-21, permettendo così l’esordio di Lezzerini, classe ’95.
Nella sfida salvezza la difesa presenta sulle fasce Gonzalez e Laverone, mentre Djimsiti potrebbe essere affiancato da Migliorini, lasciando a riposo uno Jidayi non al meglio della condizione.

Lezzerini, trasferimenti, mercato
Esordio per Lezzerini, classe ’95

A centrocampo Moretti dà forfait, così Paghera e D’Angelo conquistano automaticamente la maglia da titolari in mezzo al campo.
Sugli esterni occhio a sinistra dove potrebbe partire titolare Bidaoui, a meno che Omeonga non prenda il posto di capitan D’Angelo, che si sposterebbe in questo caso sull’out sinistro. Lasik a destra.

In attacco spazio ancora alla coppia Verde-Ardemagni, con Castaldo ed Eusepi, in luce nell’amichevole interna con la primavera, pronti a subentrare.

CASA TERNANA
Ternana(4-3-1-2): Aresti; Zanon, Diakitè, Meccariello, Rossi; Petriccione, Ledesma, Di Noia; Falletti; Avenatti, Palombi. All. Liverani

La squadra di Liverani viene da una striscia di 5 partite con 4 sconfitte intervallate dall’importante vittoria nello scontro salvezza contro il Trapani (2-1). Nonostante ciò, la squadra umbra è ancorata all’ultimo posto a 26 punti, 11 lunghezze meno dei lupi.

Chiavi della difesa all’ex laziale Diakitè, che guida il reparto difensivo più bucato della serie B (44 reti subite, appena 3 più dei lupi).

A centrocampo un altro ex-laziale che raggiunse alti livelli con i biancocelesti: Cristian Ledesma, 34enne, ha segnato per molto tempo la fortuna della Lazio. Insieme a lui in mediana Petriccione e Di Noia.

In avanti gli attacchi di Avenatti e Palombi saranno supportati dall’uruguaiano Falletti, trequartista offensivo di spinta. Djimsiti e compagni dovranno fare attenzione a questo tridente con 16 gol all’attivo (9 Avenatti, 3 Palombi, 4 Falletti).

Leggi anche