Tesser in campo senza aver timore



0

Questa mattina presso la sala stampa del Partenio-Lombardi, il tecnico dei Lupi Attilio Tesser si è concesso alla stampa. Domani in campo: ritorna Castaldo, out il capitano Angelo d’Angelo e Mokulu partirà dal primo minuto

Alla vigilia della sfida che vedrà difronte Avellino vs Spezia, a parlare è il tecnico dei lupi, che fa chiarezza alle varie domande poste dagli organi di stampa. Dopo l’intervento amaro del patron dei lupi Walter Taccone, Tesser viene chiamato in causa per dare spiegazioni su alcune scelte effettuate a Brescia.

Chiarezza con Taccone?

Ho parlato con il Presidente Taccone, ci siamo chiariti, le ho spiegato le mie scelte fatte a Brescia. Parlo spesso con il presidente negli spogliatoi, gli ho detto delle mie scelte e credo di non aver messo nessun calciatore fuori ruolo. E ovvio che il presidente è il primo tifoso, ma se non gli sta bene può cambiare allenatore.

Tesser continua analizzando lo Spezia.

Domani abbiamo di fronte una squadra che a Gennaio si è rinforzata ulteriormente, è una partita importante e dobbiamo riprenderci il più presto possibile per cancellare la sfortunata sconfitta di Brescia. Come dicevo dopo la gara di Livorno, il calcio è fatto di episodi, oggi a noi domani agli altri.

Luigi Castaldo, attaccante dell'Avellino
Luigi Castaldo, attaccante dell’Avellino

Chi scenderà in campo e chi saranno gli infortunati? 

Sono molto tranquillo alla vigilia di questa partita. Recuperiamo finalmente Gigi Castaldo che partirà dal primo minuto con Mokulu.  Sulla corsia di destra Pisano sta bene e quindi lo schiererò titolare. Il capitano Angelo D’angelo non sarà della partita per via di qualche acciacco che ancora non ha smaltito. In settimana ho lavorato bene con i calciatori e giocheremo senza timore contro la squadra più in forma di questo momento.

Leggi anche



Articolo precedentePiazza Libertà, riapre il tratto che costeggia Palazzo Ercolino
Prossimo articoloAvellino – Spezia, probabili formazioni
Roberto Valente
Nasce a Benevento il 20/12/1991. Vive a Cervinara (AV) nel regno della Valle Caudina, dove nel 321 aC gli uomini dell'esercito romano, sconfittI nella gola di Caudio, subirono la mortificazione di dover passare disarmati sotto il giogo delle lance davanti ai vincitori. Studia Scienze Politiche presso l'Università Federico II di Napoli. È stato segretario e socio/fondatore dell' Avellino Club Roma. Attivo come blogger e concentrato sempre sul pezzo con opinioni e critiche costruttive. Ha lavorato nel mondo del calcio come dirigente della primavera dell'Us Avellino 1912. Esperienza nel giornalismo sportivo "in progress" come redattore per Avellinio.Zon.it. Per lui lo sport è uno specchio su cui si riflette la storia di un popolo. Nel tempo libero segue la politica, pratica la palestra e gioca a calcio con amici dove è convinto di essere il Pirlo della situazione, ma in realtà è un Carrozzieri qualunque. Affronta questo impegno con costanza, onore e umiltà con la speranza di aspirare alla comunicazione del giornalismo in modo positivo. In parole povere, UMILE E SOGNATORE!