Tesser, “Mi assumo tutte le responsabilità”



0
Tesser, Avellino, calcio, spirito, pro vercelli, amichevoli

Dopo la pesante sconfitta interna con il Vicenza per 1-4, i lupi di Tesser sprofondano pericolosamente al penultimo posto in classifica

Delusione e paura sono le sensazioni che prevalgono nel post-partita con il Vicenza, sia in città, sia nello spogliatoio, sia in panchina.
Su tutti, il più deluso appare Attilio Tesser, il quale in settimana aveva chiesto intensità, concretezza e determinazione ai suoi ragazzi, la risposta sul campo, purtroppo, è stata esattamente l’opposto.
I lupi sono apparsi, nei 90′ minuti contro i veneti, completamente spaesati e male organizzati, totalmente incapaci di reagire contro una squadra ben organizzata, come quella veneta, che ha avuto il merito di ipotecare la gara nella prima frazione di gioco e congelarla nella ripresa.

Nel post-partita Tesser, visibilmente provato, ha dichiarato:

“Nelle cinque partite prima di questa la squadra ha sempre creato il suo gioco, stando bene in campo e creando le occasioni anche su campi difficili. Oggi ho voluto confermare la squadra che aveva giocato domenica a Bari, dove avevamo avuto in mano il pallino del gioco. Il Vicenza gioca in maniera simile, credevo che il 3-5-2 potesse essere la migliore soluzione, evidentemente mi sbagliavo, mi assumo tute le responsabilità. Purtroppo abbiamo sprecato ancora una volte le occasioni che abbiamo avuto e si è creato in mezzo al campo un buco che non mi aspettavo di vedere oggi”

Avellino, tifosi, Tesser, calcio

Ha proseguito poi il tecnico biancoverde:

“Io lavoro con il massimo dell’impegno,  fino ad oggi la squadra non poteva essere criticata per come aveva tenuto il campo. Dopo questa partita comprendo l’amarezza dei tifosi, speriamo in un pronto riscatto a Livorno, soprattutto per loro.”

I tifosi, per ora, si dividono tra chi difende Tesser a spada tratta, chiedendo ancora del tempo per l’esperto tecnico biancoverde, e i più critici che invece già vorrebbero sedesse un altro allenatore sulla panchina dei lupi, i nomi più diffusi sono Novellino e Di Carlo.

La classifica, in effetti, comincia a far paura, gli irpini sono al penultimo posto, sopra solo al fanalino di coda del Novara, ad un solo punto di distanza.
Ma la società si schiera con Tesser, ritenendolo intoccabile almeno fino alla decima giornata.
Decisive risulteranno, per la panchina biancoverde, le gare con Livorno e Brescia.

Leggi anche