Trafugato l’oro da una statua del Duomo di Avellino



0

Stamane è stata trovata una statua del Duomo di Avellino mancante degli oggetti d’oro ornamentali

Statua Santa Maria Assunta
Statua Santa Maria Assunta

Il sagrestano della Chiesa del centro storico di Avellino, questa mattina, ha scoperto che erano state trafugate da una statua una collana e un anello d’oro. Secondo quanto emerso dalla testimonianza del sagrestano un ragazzo è entrato nelle prime ore del mattino in Chiesa ed è uscito con la refurtiva. Non appena il ladro è corso via, il sagrestano ha subito realizzato che una collana d’oro e un anello, d’oro anch’esso e con un pietra di acquamarina, erano stati sfilati dalla mano dell’Assunta. Immediata la chiamata alla Polizia e alla confraternita di Santa Maria Assunta, a cui appartiene la statua lignea realizzata da Nicola Fumo nel 1700. Dopo la denuncia gli uomini della Questura di Avellino si sono mobilitati all’inseguimento del presunto ladro battendo a tappeto le zone circostanti. Non è ancora chiaro se l’oro trafugato appartenesse alle donazioni dei fedeli per la statua della Madonna che risulterebbe però essere collocata nella vicina chiesa di San Biagio.  I residenti del centro storico, da mesi oggetto di lavori di riqualificazione dell’area antistante il Duomo, hanno lamentato la mancanza di controlli, soprattutto nelle ore notturne: «Di fronte all’ingresso principale del Duomo  – hanno detto gli abitanti del centro storicoc’è una telecamera che però non risulta in funzionamento. Di notte qui è terra di nessuno, ognuno è libero di fare ciò che vuole». Dalle testimonianze ancora raccolte quella telecamera non ha mai funzionato ed è stata inutile anche in situazioni gravi come nel 2006, quando fu assassinato l’esponente del clan Partenio, Salvatore Vicino. Quindi un occhio cieco che non ha visto nemmeno questo furto al centro storico di Avellino che, come ammettono tutti, di notte diventa un luogo senza regole.

Leggi anche