martedì - 29 Settembre 2020

Cervinara, niente zona rossa al momento

Continuano a crescere i contagi a Cervinara. Il Sindaco Lengua rassicura che al momento non ci sarebbero gli estremi per una zona rossa Anche il...
More

    Tragedia a Serino, appello ai giornalisti: “Si può raccontare il dolore avendone rispetto”

    Ultime Notizie

    Cervinara, niente zona rossa al momento

    Continuano a crescere i contagi a Cervinara. Il Sindaco Lengua rassicura che al momento non ci sarebbero gli estremi per una zona rossa Anche il...

    Ariano Irpino, conclusa la terza edizione del Sud Motor Expo

    Conclusa la terza edizione del Sud Motor Expo tenutasi ad Ariano Irpino nel fine settimana e che sabato ha visto anche la presenza di...

    Lioni, altri due persone positive al Coronavirus

    A comunicarlo è stato il sindaco del comune di Lioni Yuri Gioino dal suo profilo social Immediatamente dopo la notizia della positività al Covid-19 della...

    Coronavirus, altre 15 persone positive in Provincia. Ecco dove

    Sale ancora il numero dei casi di positività al Coronavirus in Provincia di Avellino, come comunica l'Asl di Avellino altri 10 nel comune di...

    Lunedì un ragazzo di 22 anni, un mio compaesano di Serino, si è tolto la vita. Da più di ventiquattro ore la notizia rimbalza sui social e le testate giornalistiche, ma siamo sicuri di essere in grado di parlarne?

    Serino – “I giornalisti sono degli sciacalli” –  quando qualche anno fa ho capito di voler diventare una giornalista, mi sono scontrata spesso con affermazioni di questo tipo. Le ritrovo adesso, riguardo una tragedia che ha colpito il paese in cui vivo e un ragazzo che conosco praticamente da sempre.

    - Advertisement -

    Lunedì un giovane ragazzo di Serino si è tolto la vita. Lunedì Silvio ha deciso di mettere un punto alla sua sofferenza nel modo peggiore possibile. Si è allontanato da casa in mattinata e, stando alle prime ricostruzioni, avrebbe mandato un messaggio ad un familiare in cui comunicava le sue intenzioni. È stato proprio quel messaggio a far scattare l’allarme e le ricerche. Ma non c’è stato nulla da fare, il corpo senza vita di Silvio è stato ritrovato poco dopo le 13, nei pressi dell’antico acquedotto in contrada Acquara a Serino. Accanto al corpo, una bottiglia di liquido infiammabile, che lascia pochi dubbi circa la dinamica della tragedia.

    Da più di 24 ore la notizia rimbalza sui social e le testate giornalistiche, hanno riportato i fatti in svariati modi. C’è chi si attiene alla cronaca, chi usa parole più o meno cruenti, chi sottolinea la giovane età, chi utilizza titoli sensazionalisti, chi ne fa un racconto oggettivo, chi scrive al condizionale e chi invece si lascia andare a supposizioni o riporta le cose per “sentito dire“.

    Davanti ad una tragedia di questa portata, il compito del giornalista non è quello di indorare la pillola, ma non sono d’accordo nemmeno con i titoli sensazionalisti e le supposizioni che hanno come unico scopo quello di allungare un testo privo di contenuto.

    Perché la verità è questa: non abbiamo molto materiale da elaborare per coprire la notizia, ma non possiamo inventarlo. Non sapremo mai cosa ha pensato Silvio negli ultimi istanti della sua vita. Non possiamo dire nulla se non attenerci alla ricostruzione dei fatti comunicata dalle forze dell’ordine. Non sappiamo nulla riguardo la natura del dolore di una giovane vita spezzata in modo così violento ed improvviso. Non possiamo avanzare ipotesi semplicistiche. Non sappiamo nulla della depressione di Silvio e soprattutto, non spetta a noi diagnosticarla, capirla, interpretarla.

    serino

    Non voglio fare un lavoro a cui viene associata la speculazione come prima cosa. Le parole sono importanti ed è soprattutto in queste occasioni, che dovremmo imparare ad utilizzarle nel modo coretto. Non dimentichiamoci di chi ci legge, non dimentichiamo gli amici e i familiari di una vittima. È possibile raccontare una tragedia avendo rispetto del dolore di chi resta e legge. Scegliamo con cura le parole da non dire se vogliamo smettere di essere considerati i “soliti sciacalli” in cerca della notizia che fa più audience. Il compito del giornalista è ben più di questo. I giornalisti sono al contempo la voce e gli occhi della società, il filtro attraverso cui ogni cosa può assumere forme diverse.

    Conosco Silvio da sempre, ma non ho mai parlato con lui. Quando ho appreso la notizia ho cercato il suo profilo sui social network. Sentivo il bisogno di rivedere il suo volto ed imprimerlo nella mia memoria. E come me chissà quanti altri hanno fatto lo stesso. Digitando il suo nome nella barra di ricerca di Facebook, infatti, il social suggerisce che è “attualmente tra i popolari”. Lascio allora che a parlare per Silvio, siano le parole di chi l’ha conosciuto:

    “Siamo cresciuti insieme. Se penso a me da piccolo, penso a noi da piccoli. Abbiamo condiviso i primi giochi, i primi amori, le prime delusioni, i primi danni fatti, le prime sigarette, ti ricordi che combinavamo per rubarne qualcuna dai nostri genitori? (…) Insieme a te se ne va anche il bambino che c’è in me, perché se penso a me bambino è inevitabile pensare anche a te. Sento un vuoto dentro che mi lacera e mi toglie il fiato pensando che avrei potuto starti più vicino.
    Ti porterò sempre con me nel cuore, tu dammi forza dall’alto.
    Ti dedicherò le mie canzoni più belle e ti scriverò le mie parole più profonde.
    Cià Silviè” – Federico

    “Sempre gentile, sempre educato…sempre col sorriso..non doveva andare così..Se avessimo saputo forse…” – Arianna

    E ancora: “Sempre con noi”, “Vola alto” “Quante cose hai pensato prima di farlo?”, “Ciao Silvio”, “Ci rivedremo”…

    CONTINUA SU AVELLINO ZON

    Latest Posts

    Cervinara, niente zona rossa al momento

    Continuano a crescere i contagi a Cervinara. Il Sindaco Lengua rassicura che al momento non ci sarebbero gli estremi per una zona rossa Anche il...

    Ariano Irpino, conclusa la terza edizione del Sud Motor Expo

    Conclusa la terza edizione del Sud Motor Expo tenutasi ad Ariano Irpino nel fine settimana e che sabato ha visto anche la presenza di...

    Lioni, altri due persone positive al Coronavirus

    A comunicarlo è stato il sindaco del comune di Lioni Yuri Gioino dal suo profilo social Immediatamente dopo la notizia della positività al Covid-19 della...

    Coronavirus, altre 15 persone positive in Provincia. Ecco dove

    Sale ancora il numero dei casi di positività al Coronavirus in Provincia di Avellino, come comunica l'Asl di Avellino altri 10 nel comune di...