Trevico, il “tetto d’Irpinia” raccontato in un film



0

Oggi a Trevico, presso la casa natale di Ettore Scola, sarà presentato il progetto del film “Il freddo, il silenzio e le cose nuove”, opera ideata da “Entroterra Film”, gruppo formato da tre ragazzi provenienti da Italia, Svizzera e Germania

“Il freddo, il silenzio e le cose nuove”. Si intitola così il lungometraggio che “Entroterra Film” ha intenzione di realizzare. Il progetto sarà presentato stasera (ore 19:00) a Trevico presso la casa natale del celebre regista Ettore Scola.

L’idea è di tre ragazzi, un cineasta, una fotografa e una designer grafica, provenienti da tre paesi diversi: l’Italia, la Svizzera e la Germania. L’obiettivo raccontare un luogo dell’interno, dell’entroterra appunto, spesso poco conosciuto o del tutto dimenticato.

Borgo più alto d’Irpinia con i suoi 1094 metri sul livello del mare, Trevico incarna questo tipo di realtà, lontana dall’immagine stereotipata che spesso si ha del Sud Italia.

Trevico

I ragazzi di “Entroterra Film”, che dal 16 ottobre scorso hanno fatto della “Casa della Paesologia” di Trevico la propria base operativa, daranno vita ad un’opera filmica che si muove tra realtà e finzione raccontando la vita quotidiana del paese irpino. Un esperimento che essi stessi definiscono di “etnofinzione”.

Il racconto si concentrerà, in particolar modo, su tre abitanti del paese, consapevolmente integrati in ciò che accadrà intorno a loro, ma al contempo comprenderà tutti gli aspetti della vita del borgo negli ultimi mesi dell’anno. Un periodo fatto di silenzio, freddo, nebbia e neve.

Un progetto basato, quindi, sulla collaborazione e sulla partecipazione. In tal senso, “Entroterra Film” ha anche avviato un’iniziativa di crowdfunding aderendo alla quale chiunque può contribuire a coprire gli inevitabili, seppur contenuti, costi tecnici e materiali della realizzazione.

Si tratta, dunque, di un’interessante opportunità per raccontare l’Irpinia e far conoscere la vita di un territorio dell’entroterra meridionale ingiustamente poco noto.

Leggi anche