IL VANVITELLI DI LIONI IN GRECIA CON IL PROGETTO ERASMUSPLUS KA2

0
Lioni

Sono stati quattro gli studenti dell’Istituto Luigi Vanvitelli di Lioni che hanno partecipato quest’anno al progetto di multiculturalità “ErasmusPlus KA2”, con loro anche studenti di Estonio Lettonia e Islanda

Sono  rientrati dall’istituto 2EPAL di Trikala, ridente ed estesa cittadina della Grecia centrale, alunni e docenti dell’Istituto Vanvitelli di Lioni, protagonisti del progetto europeo Erasmusplus KA2 dal titolo: “Cultural heritage in the context of students’careers” – Il patrimonio culturale nel curriculum degli studenti.

Coinvolti in un festoso clima multiculturale e multilinguistico, 4 alunni italiani e altrettanti coetanei provenienti da Estonia, Lettonia, Islanda, di età compresa tra i 16 ed i 18 anni, ospitati dai loro amici greci, hanno certamente movimentato la già vivace e giovane località.

Il progetto biennale, avviato dal Dirigente Scolastico Sabato Centrella, è stato proposto e coordinato dal Prof. Rocco Caruso, coadiuvato dal team di progetto. Per gli studenti è prevista una mobilità in ogni scuola partecipante entro giugno 2020. La prima mobilità si è svolta a fine gennaio in una polare ed innevata Tallinn, capitale dell’Estonia.

L’idea principale è lo scambio tra gli alunni degli istituti di Trikala, Jelgava, Höfn, Tabasalu e Lioni per la realizzazione di itinerari turistici di interesse culturale, ambientale ed enogastronomico, valorizzando i rispettivi territori ed esaltandone le caratteristiche salienti. L’obiettivo è quello di creare attrattive condivise attraverso un’app dedicata ed un sito web ad hoc per il progetto. Gli alunni, 16 per ogni paese, interagiscono in inglese in maniera costante grazie agli strumenti più congeniali come i social e alla fine produrranno un “pacchetto” che rappresenti il proprio retaggio culturale in una prospettiva lavorativa futura.

A questa mobilità, hanno partecipato Alessia Senese della classe 4^ B En, Alessia Bozzacco e Sabrina Bettalico della classe 4^ Asv, Junior Nguetse della classe 4^ At della sede IPSEOA, accompagnati dai docenti Rosa Marì Cerulli e Rocco Caruso.lioni

La settimana in Grecia è stata molto intensa, con un programma fittissimo proposto dal Dirigente Scolastico Nikolaos Kostis, dalla sua vice, Lena Avdelidou e dal responsabile del progetto, Thomas  Dionysiou Kyriazis, ricco di escursioni, visite guidate dai ragazzi greci  di approfondimento culturale,  come Atene e la sua meravigliosa acropoli, gli spettacolari monasteri di Meteora, patrimonio dell’Unesco, il castello medievale di Trikala nel centro storico.

Momento centrale del meeting è stato il festival culturale, come spiega Alessia Senese –“Quando eravamo nella scuola di Trikala, abbiamo organizzato e messo a punto giorno per giorno le performance dell’esibizione finale in cui ogni gruppo si è cimentato. Noi del Vanvitelli abbiamo messo in scena uno sketch ispirato a Romeo e Giulietta di Shakespeare, ma in chiave comica e molto moderna. Dagli applausi e dalle risate, sembra che sia stato molto apprezzato!”.

Molto soddisfatto il Preside Centrella– “Dopo la mobilità in Estonia, durante la quale ho potuto verificare personalmente l’entusiasmo e il valore aggiunto di tutti i partner di questo progetto, quello in Grecia è il meeting dal tono mediterraneo più simile al nostro e nel quale i nostri alunni si sono sentiti più a casa. E dopo questo incontro, prossimo appuntamento in Islanda a fine settembre!”.

Felici gli alunni italiani, che potranno ospitare i loro amici stranieri a febbraio prossimo, quando si  terrà a Lioni la quarta e penultima tappa del progetto. “ In Grecia ci sembrava di essere di casa, per il clima, il cibo, il calore delle persone. Il legame che si è creato tra tutti noi è veramente speciale e speriamo durerà nel tempo!” afferma Alessia Bozzacco.

Leggi ance:

Scuola, grazie al taglio degli stipendi dei consiglieri regionali il M5s ha destinato un milione di Euro