Volturara, sindaco e carabinieri contro le ronde



0
Volturara
Volturara Irpina

La vicenda, sempre più tesa, dei furti a Volturara Irpina ha spinto sindaco e carabinieri a parlare ai cittadini. Nel pomeriggio di ieri, 11 novembre, durante un’assemblea, le autorità locali hanno invitato a mantenere la calma. “Fare le ronde, andare in giro con le torce di notte, può diventare pericoloso” afferma il sindaco Sarno

Volturara Irpina – Nel pomeriggio di ieri, 11 novembre, l’amministrazione comunale e i carabinieri hanno riunito i cittadini nella sala consiliare del comune irpino. La popolazione ha assistito all’assemblea con grande affluenza, indice dell’apprensione che si sta vivendo da qualche mese ad oggi.

Il sindaco Marino Sarno ha usato parole rassicuranti, volte a calmare gli animi e a frenare la psicosi collettiva. Riguardo le vicende di furto verificatesi a Volturara , ha affermato che la reazione dei cittadini è stata spropositata in quanto, in circa tre settimane, soltanto sette  denunce sono state formalizzate. Invece, afferma, in altri comuni se ne registrano addirittura sette al giorno.

Volturara, sindaco e Carabinieri contro le ronde
Volturara, sindaco e Carabinieri contro le ronde

Inoltre, affiancato dal Capitano della Compagnia di Montella Galloro, si è soffermato sulla necessità di bloccare le ronde volontarie notturne, di cui sottolinea la pericolosità. Si invita, comunque, la popolazione a contribuire al lavoro delle Forze dell’ordine ma limitandosi a segnalare situazioni di eventuale pericolo. Intanto, promette il sindaco Sarno, a breve saranno installate delle telecamere di sicurezza per monitorare i movimenti in paese.

Dire no alle ronde, in virtù del pericolo in cui possono incorrere i cittadini stessi, è encomiabile certo, ma difficile in uno stato di tensione così alto. La soluzione che viene invocata in assemblea è la presenza di maggiori controlli sul territorio. A questo risponde il Capitano Galloro: “Io ho a disposizione 100 uomini.. non posso dirottarli tutti su Volturara, però invierò un’ulteriore pattuglia. Mi dovete aiutare a garantire la sicurezza… La legittima difesa esiste, ma deve essere proporzionata all’offesa. Segnalate movimenti sospetti ma lasciate intervenire noi.

Leggi anche