domenica - 26 Settembre 2021
More

    Voto di scambio politico-mafioso, per Sabino Morano il fatto non sussiste

    Ultime Notizie

    Voto di scambio politico-mafioso, il gup del tribunale ha emesso la sentenza: “Per Sabino Morano il fatto non sussiste”

    Voto di scambio politico-mafioso, per Sabino Morano il fatto non sussiste. Il gup del tribunale di Napoli Carlo Bardari, ha accolto le tesi della difesa di Sabino Morano, ex candidato sindaco della Lega ad Avellino e ha emesso di una sentenza di non luogo a procedere per Morano perché il fatto non sussiste.

    Per Morano è venuto a cadere il capo b: l’accusa di “voto di scambio politico-mafioso”.

    - Advertisement -

    Stesso discorso per gli altri indagati i fratelli Nicola e Pasquale Galdieri e per Damiano Genovese. Anche per loro cade l’accusa più grave, ma vengono rinviati a giudizio, però per altri capi di imputazione, insieme agli altri 21 indagati nel processo Aste Ok che prenderà il via il prossimo 15 novembre.

    L’inchiesta era iniziata più di due anni, Sabino Morano, imprenditore, era  portavoce della Lega di Matteo Salvini ad Avellino e provincia, risultava tra le 17 persone indagate a piede libero nell’inchiesta della Dda di Napoli e della Procura di Avellino che all’alba aveva  portato all’arresto per associazione camorristica di 23 persone di Avellino, Mercogliano e Monteforte, del cosiddetto “Nuovo Clan Partenio“. L’abitazione di Morano, insieme a molte altre, era stata perquisita dalle forze dell’ordine. Ad agosto 2019, alcune auto in uso all’esponente politico, vennero incendiate nei pressi del suo domicilio avellinese.

    Nei suoi confronti vennero anche disposte alcune misure di tutela personale. Secondo l’ordinanza della Dda di Napoli, Morano e gli altri indagati erano considerati «ricollegabili, anche per interposta persona, al gruppo delinquenziale». Nei confronti degli indagati era stato peraltro emesso un provvedimento sequestro preventivo-probatorio anche per turbata libertà degli incanti, trasferimento fraudolento di valori e riciclaggio.

    Oggi, Il gup del tribunale di Napoli Carlo Bardari, ha accolto le tesi della difesa di Sabino Morano, ex candidato sindaco della Lega ad Avellino e ha emesso una sentenza di non luogo a procedere per Morano perché il fatto non sussiste.

     

    Continua su Avellino Zon

    Latest Posts