Ancora Taccone: «Quando riavremo la B, sarete di nuovo dalla mia parte»

0
Taccone

«Sono convinto che avremo ragione, poi ci divertiremo perché probabilmente sarete tutti bardati di verde, con le bandane» ha detto l’ex patron Taccone

A margine dell’incontro di mercoledì mattina al Comune per la proroga dell’accordo di utilizzo del «Partenio-Lombardi» fino al 30 ottobre a favore della Calcio Avellino SSD, è tornato a parlare l’ex patron dell’U.S. Avellino 1912, Walter Taccone.

Ieri abbiamo pubblicato le sue parole (leggi qui), che hanno fatto molto discutere, ma sono uscite altre dichiarazioni del dirigente.

Queste le sue affermazioni: «L’U.S. Avellino 1912 per adesso è vivo, non è morto, quando moriremo la convenzione dello stadio non servirà più a nulla, ma avendo dei giudizi in corso non possiamo perdere la titolarità del campo. Io non demordo, non me ne frega niente dei soldi, se mi riammettessero in cadetteria potremmo fare una transazione a zero, a noi interessa la categoria, per me e per la città; se non ci riusciremo, mi prenderò le colpe di questi errori che abbiamo fatto.

Walter Taccone
Domenico Gambacorta e Walter Taccone

Escludo a prescindere la Serie C, credo che non la accetterei perché nei nostri ricorsi abbiamo chiesto l’ammissione al campionato di Serie B. Comunque mi sarei aspettato un’insurrezione della città, invece l’unica persona che mi è stata vicina è il presidente della Provincia di Avellino, Domenico Gambacorta, che ha lottato con me per far valere i nostri diritti.

Sono convinto che avremo ragione, poi ci divertiremo perché faremo un’intervista e probabilmente sarete tutti bardati di verde, con le bandane».

Sulla scelta del tecnico, Taccone ha risposto così: «Marcolini sarà certamente il nostro allenatore».