WorldFest Film Festival, “Il Mondo Magico” dell’ irpino Raffaele Schettino ne è protagonista



0
Raffaele Schettino

Il regista Raffaele Schettino, ottiene il primo premio platinum al WorldFest Houston International Film Festival con il film irpino “Il mondo magico”

Siamo alla XLIX edizione del WorldFest Houston International Film Festival  e l’Irpinia è la protagonista assoluta del set cinematografico Il mondo magico, film dell’ attore – regista irpino Raffaele Schettino.

Il WorldFest International Film Festival è la prima manifestazione degli Stati Uniti interamente consacrata al cinema indipendente ed è ed il terzo negli Stati Uniti dopo quelli di San Francisco e New York. Prodotto dalla Groucho Cinema, il film  ha ottenuto il primo premio platinum nella categoria low budget productions. Il lungometraggio è stato girato in Irpinia tra aprile e maggio del 2015.  Una storia affascinante, bella da raccontare, quella di Gianni, il protagonista de Il mondo magico.

locandina_ilmondomagico-210x300 raffaele-schettino-il-mondo-magico-intervista-300x169 raffaele-schettino2-300x225

Gianni è da anni tutt’altro che un eroe, rimane anche un pochino lontano da certi rituali. Prende se stesso in mano grazie a Mariella, ma a un tratto pagherà il prezzo sia delle maledizioni, sia delle disattenzioni verso di sé.  

L’ispirazione è venuta da Il mondo magico di Ernesto De Martino, etnologo, antropologo e storico italiano, che nel suo libro costruisce la sua interpretazione del magismo come epoca storica nella quale la labilità di una presenza non ancora decisa viene padroneggiata attraverso la magia, in una dinamica di crisi e riscatto.

La cornice del film di Schettino è la splendida terra Irpina. La sua è una storia paesana, precisamente di Frigento (Av), ed unisce l’humus del mondo magico con l’ispirazione, quindi, di una storia vera, reale. Location specifiche ed attori non professionisti, persone reali che cercassero di valorizzare quella che in gergo è chiamata spontaneità, perché seppure l’attore calchi il palco e abbia un testo dinanzi a sé, quello che può realizzare è l’organicità del racconto, letta dal pubblico come spontaneità. Gente reale, location reali. Costumi originari del tempo. Straordinari Musei dove prende vita il racconto, come quello di Beniamino Tartaglia, ad Aquilonia (Av), il Museo delle Antichità, a Bonito (Av); scene girate a Calitri ( Av), luoghi raccontati secondo la loro natura. Un patrimonio esterno dell’Irpinia, straordinario e mirabile, sconosciuto finanche a chi ne respira l’aria ogni giorno.

Aquilonia, Calitri, Cairano, Frigento, Bonito, Paternopoli, sono stati lo sfondo perfetto della magia di Raffaele Schettino. E per voi, Esiste il mondo magico? Per noi di Avellino.zon si. E siete  anche voi lettori.

 

Leggi anche