mercoledì - 14 Aprile 2021

Montella, nessun nuovo caso di positività nel comune

*AGGIORNAMENTO COVID-19* Montella, mercoledì 14 aprile 2021. Cari concittadini, contrariamente a quanto comunicato dagli organi di stampa nei giorni scorsi, nessun nuovo caso positivo è stato...
More

    La Zeza di Bellizzi, una tradizione del Carnevale in Irpinia

    Ultime Notizie

    Il Carnevale dell’Irpinia si colora e si anima con la tradizione della Zeza di Bellizzi, l’antica scenetta carnevalesca preserva la memoria di ciò che di fatto rappresenta il Carnevale avellinese

    [ads1] Siamo a Napoli, intorno forse alla seconda metà del Seicento, nei cortili dei palazzi, nelle strade, nelle piazze, viene rappresentata una scena che vede come protagonista uno dei personaggi simbolo di Napoli, Pulcinella. Con lui vi sono la moglie Lucrezia, (il cui diminutivo è appunto Zeza e da qui il nome), la figlia Porzia e il suo futuro genero Don Zenobbio. Tra il suono del trombone e della grancassa la scenetta narra del matrimonio tra i due giovani, assecondati dalla madre Zeza ma che vede contrario Pulcinella, la festa si conclude con il famoso ballo della quadriglia.

    - Advertisement -

    zeza di bellizziDa Napoli si diffuse poi nelle campagne adiacenti, a causa di alcuni divieti, ” per le mordaci allusioni e per i detti troppo licenziosi ed osceni” la Zeza si spostò più nell’entroterra, dove è sopravvissuta fino ad oggi. Questo pezzo di teatro, prettamente campano, è tutt’ora presente in alcune province irpine, tra cui Bellizzi e sarà proprio la frazione avellinese a riportare la tradizione della Zeza anche in questo Carnevale 2017.

    Ecco il programma illustrato dal presidente del gruppo folk Zeza di Bellizzi Ennio Spartano:

    • si parte sabato 25 febbraio, ore 10.30, con un’esibizione presso il Teatro della Casa Circondariale di Bellizzi Irpino.
    • Domenica 26 febbraio la Zeza partirà da Bellizzi alle ore 9.00, sfilerà poi lungo Corso Vittorio Emanuele a partire dalle ore 10.30, concludendo con uno spettacolo in Piazza Libertà verso le ore 11.30.
    • Nel pomeriggio sarà ad Aiello del Sabato ed in serata è previsto il “rientro a casa” dove continueranno i festeggiamenti.
    • Come da tradizione, anche martedì 28 febbraio, la Zeza di Bellizzi, allieterà ancora una volta gli avellinesi in Piazza del Popolo con la rappresentazione della canzone della Zeza e il ballo della quadriglia. Il tutto si concluderà poi a Bellizzi.

    Durante la conferenza stampa sono intervenuti il sindaco Foti e l’assessore Gambardella, i quali hanno sottolineato l’importanza di tale tradizione, esempio di coesione sociale e simbolo dell’identità cittadina. In cantiere ci sono la riqualificazione urbana del territorio di Bellizzi e la messa a norma del vecchio municipio, dove si vuole allestire un museo interamente dedicato alla Zeza volendo rafforzare il valore storico ed antropologico di questa tradizione.

    Ha parlato poi la dottoressa Napodano, presidente dell’associazione nazionale “Amica di Sofia”, cultrice della Zeza e docente volontaria di corsi di filosofia civile all’interno del carcere di Bellizzi Irpino dove proprio sabato si svolgerà uno spettacolo esclusivo per i detenuti.

    Infine è intervenuto Luca Gatta, presidente dell’associazione Teatrale Aisthesis, regista del documentario sulla Zeza che sarà proiettato domenica nell’ex scuola elementare di Bellizzi nell’ambito della mostra ideata dallAps Alipergo ed allestita in collaborazione con il Vespa Club Avellino e l’associazione En Kai Pan.

    Si ringrazia lo storico e scrittore Cesare Ventre per il prezioso contributo dato alla mostra e tutta la popolazione di Bellizzi che ha “donato” parte del materiale.

    [ads2]

     

     

     

    Latest Posts